Canali energetici ida e pingala, energia del sole e della luna, in poche parole il sistema nervoso!

Conosco un po’ di persone le quali hanno pregiudizi sullo yoga per una questione di terminologia. Le origini dello yoga si perdono veramente nella notte dei tempi e affondano le sue radici in una cultura che è molto diversa dalla nostra occidentale. Anche la sua lingua, il sanscrito, ormai da secoli in disuso, ma come in tutto il mondo si usano termini latini per la botanica, così, il sanscrito rimane il linguaggio universale per lo yoga.
Già questo dovrebbe far capire il motivo per cui si usano dei termini “strani”. Ma lo yoga, anche se può sembrare strano ai più eretici, è una disciplina, una scienza che dal latino deriva da scientia che significa conoscenza ottenuta attraverso un’attività di ricerca avente lo scopo di giungere, attraverso dei test e delle prove, a una descrizione verosimile della realtà.
Ieri sera ho tenuto una lezione più lenta rispetto a quelle che tengo di solito e ho fatto iniziare ai miei allievi  con una tecnica di respirazione – pranayama – controllo del prana=energia vitale ossia gestione del respiro, con chandra bedha pranayama. Dal sanscrito chandra=luna, bedha= passare attraverso, prana=energia vitale (chiamiamolo respiro) yama=controllo.
Quindi? Cosa significa controllare l’energia vitale che passa attraverso la luna?
Pare che per gli antichi yogi, l’energia del sole e della luna scorrono attraverso di noi. L’energia della luna (chandra) scorre attraverso un canale che hanno chiamato ida e che origina dalla nostra narice sinistra, scorre lungo tutta la colonna fino ad arrivare alla base del nostro pavimento pelvico. Respirare solamente con la narice sinistra quindi, significa andare a stimolare il canale energetico di ida, che yogicamente parlando quindi è legato all’energia lunare, quella che ci conferisce più uno stato di calma, un’energia “fredda”. L’energia del sole (surya), sempre yogicamente parlando, scorre attraverso un altro canale che origina dalla nostra narice destra e che anch’esso scorre lungo tutta la colonna intrecciandosi con ida, fino ad arrivare alla base del nostro pavimento pelvico. Questo canale viene chiamato pingala e all’interno vi scorre l’energia solare, calda, che si collega e regola la così detta modalità di volo, cioè quando siamo più attivi. Tra questi due canali energetici, sempre yogicamente parlando, ne esiste un terzo attraverso il quale scorre tutta l’energia che viene da ida e da pingala, risalendo lungo tutta la nostra colonna, che si chiama sushumna.
Chi non sopporta parlare di energia, probabilmente si è già stancato. Ma fatta questa premessa, vediamo cosa significa tutto ciò in termini occidentali, più famigliari a noi. Eravamo partiti da una respirazione attraverso la narice sinistra che andava a stimolare la nostra energia lunare… La luna rappresenta lo stato di calma, perché appare (c’è sempre) di notte, quando solitamente dormiamo o siamo a riposo. Il nostro stato di riposo è regolato dal nostro sistema parasimpatico, in cui il battito cardiaco e la pressione sanguinea, come anche la temperatura corporea (energia fredda) e i livelli di cortisolo e testosterone sono più bassi.
Il sole appare (anche quello c’è sempre) di giorno, quando solitamente siamo più attivi. Il nostro stato di volo viene regolato dal nostro sistema simpatico in cui ci troviamo in uno stato di stress costante in quanto il livello di cortisolo e testosterone sono più alti, così come sono più alti la pressione sanguinea e il battito cardiaco.
Il collegamento fra le narici e il sistema nervoso ha a che vedere con i nervi che attraversano il naso. Tutti gli organi sono collegati al sistema nervoso. Negli organi troviamo fibre sia del sistema simpatico, che del sistema parasimpatico. Anche per il naso è così e in particolare le fibre del sistema nervoso simpatico si trovano nella narice destra, mentre le fibre del sistema parasimpatico in quella sinistra.
Manca il terzo canale energetico che ho citato! Sushumna, quello centrale in cui scorrono sia l’energia solare che lunare, in cui scorre tutta la nostra energia! Bhe, visto che abbiamo parlato di sistema nervoso simpatico e parasimpatico, immagino che abbiate già indovinato cosa ci rappresenta questo magico canale in cui scorre tutto il prana…o magari anche parlando in termini scientifici occidentali, c’è bisogno di saperne a pacchi effettivamente anche quando si parla di yoga!!! Susumna infatti rappresenta il “semplicemente” il nostro sistema nervoso, che si trova nella nostra colonna vertebrale, ed è il sistema che regola tuuuuuuutte le nostre attività vitali.
Il nostro equilibrio, il nostro benessere pensandoci, deriva tutto da li. Da un funzionamento corretto del nostro sistema nervoso, quando il nostro sistema simpatico e parasimpatico, sono equilibrati, quando abbiamo equilibrio tra fare attività, e un buon riposo.
Questo gli yogi lo avevano capito ancora prima che esistesse una definizione di scienza! Ed è questo ciò che lasciano in eredità a chi si è messo lì, ed ha iniziato ad interessarsi allo studio dello yoga! Sempre di più mi rendo conto, come insegnante di quanto sia difficile e delicato il ruolo di chi come me ha scelto di intraprendere questa via di insegnamento di una disciplina che è talmente antica che ci vorrebbero più vite solo per studiarla…figuriamoci ad insegnarla!
Ero partita da una tecnica di respirazione… Fatta fare nei primi 5/7 minuti di una mia lezione di un’ora…è così poco il tempo per lo yoga, che se non gli si dà tempo, se non si presta attenzione a cosa e come cerchiamo di trasmettere, il tutto rischia di far perdere il contenuto di quello che facciamo!

Pubblicato da Yoga con Sammy

Lezioni di yoga on line su misura direttamente da casa! Vai a vedere sul mio sito!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: