Corso Yin Yoga

25,00

A chi è rivolto questo corso 

Lo yin yoga è particolarmente adatto a quelle persone che svolgono già uno stile di vita molto attivo, che hanno bisogno di rilassare e distendere la muscolatura del corpo, svuotare la mente, entrando in un profondo stato di relax. Per mia esperienza personale, aggiungere un paio di classi di yin yoga a settimana se si fa già uno sport aerobico o si praticano lezioni di yoga impegnative a livello fisico, come le lezioni di Vinyasa, aiuta corpo e mente a recuperare più velocemente.

Di cosa si tratta
Ciò che distingue lo yin yoga da tutte le altre pratiche di yoga a cui siamo abituati, è che lo si esegue con i muscoli rilassati e le posizioni si mantengono per molto tempo 3/5 minuti. Nella pratica dello yin yoga si lascia andare. Si entra e si esce dalle posizioni sempre con molta calma, e nel momento in cui iniziamo a sentire “l’allungamento” bisogna stare fermi porsi in una atteggiamento di ascolto e assecondare il corpo che entra nella posizione, creando così un stress moderato, ma prolungato in modo da arrivare in profondità nel nostro tessuto connettivo.
Può capitare che non sempre si riesca ad entrare nelle posizioni. I motivi sono principalmente due:

– le articolazioni sono in uno stato di compressione.
– Le articolazioni sono in uno stato di tensione

Nel primo caso si tratta della nostra conformazione ossea e c’è poco da fare
Nel secondo caso siccome il tessuto che compone la muscolatura, i tendini e i legamenti, è più elastico possiamo, poco a poco lavorare sulla nostra flessibilità e mobilità. 
Per lavorare in maniera sicura sul nostro tessuto connettivo dobbiamo sempre tener presente che lo “stress” che creiamo deve essere moderato e tenuto a lungo.
Perché lavorare sul tessuto connettivo? Perché è stato studiato e dimostrato che tutti i tessuti se non vengono usati, si deteriorano ( così come al contrario se vengono usati troppo). Andando a lavorare sul tessuto connettivo si stimola la produzione di acido ialuronico che mantiene i nostri tessuti lubrificati e in salute.
Quindi ci sono almeno quattro buoni motivi per stressare i tessuti del nostro corpo:
– Per evitare la degenerazione causata da una prolungata immobilizzazione;
– Per evitare che si atrofizzino,
– Per evitare che le articolazioni si fissino,
Per stimolare la produzione di acido ialuronico