Un turbinio di emozioni!!!!Nei giorni precedenti il pensiero che continuavo a rimuovere, si era fatto sempre più insistente. Ogni giorno mettevo insieme, per poi disfare pezzi di lezione e idee nella mia mente, ma senza voler pensare a come sarebbe stato. E’ stata un emozione immensa! Per me, che sono sempre stata quella che preferisce starsene dietro alle quinte, che ho sempre paura di parlare a voce troppo alta,  o di espormi troppo, che ho sempre pensato che piuttosto che una parola in più è meglio una parola in meno. Credo che il linguaggio del corpo, sia mille volte più potente delle parole e che le parole siano così importanti che è sempre meglio pensarci due volte prima di usarle. Ecco, per me, che sono così, è stata una grandissima emozione ritrovarmi su un palco davanti a tante persone e ai miei insegnanti! Ma per nulla al mondo mi sarei mai fatta sfuggire l’occasione di vivere un momento così intenso.

Sono veramente grata ai ragazzi di Reyoga che hanno reso possibile tutto questo e che negli anni mi hanno sempre dato fiducia e con cui è cresciuta una splendida collaborazione di stima reciproca. Finalmente, dopo anni, ci siamo conosciuti anche dal vivo, e ho potuto confermare che Reyoga, non è semplicemente un azienda che produce e vende tappetini, ma che sono ragazzi super in gamba che hanno davvero una bellissima anima…yogica!

Poter vivere e condividere queste emozioni anche con Sara e John, che più di tutti, mi hanno imboccato in questa strada, e con altri insegnanti che ho trovato sul mio percorso, come Giovanni Asta, che stimo moltissimo, ha fatto si di rendere questa giornata ancora più speciale!

Ora che ho rotto il ghiaccio sono prontissima per una prossima edizione!!