Ma cosa sono questi chakra?

Non è per nulla facile spiegare brevemente cosa sono i chakra. Personalmente è un argomento che mi affascina e trovo che la sua conoscenza faccia capire ancora meglio gli effetti che con la pratica dello yoga si continuano a provare anche una volta furi dal tappetino.
I chakra sono i centri energetici del nostro corpo, ed hanno la funzione di “ricevere e distribuire” la nostra energia vitale. (Chiamata Prana).
L’energia viene definita come la capacità di un corpo di svolgere un lavoro.
La nostra energia viene fornita dal prana.
Il prana è l’energia che pervade tutto l’universo, che forma, da vita, fa funzionare il tutto, il compreso il nostro corpo.
La parola chakra dal sanscrito significa ruota, cerchio, vortice. Ogni chakra infatti possiamo immaginarlo come un piccolo vortice che prende energia dall’esterno, la trasforma e la rilascia. In tutto il nostro corpo ci sono tantissimi chakra, ma 7 sono i principali, ognuno dei quali è legato ad un elemento archetipico (acqua, terra, aria, fuoco, etere, luce, coscienza) a un colore, un mantra, a delle caratteristiche specifiche e si trova in determinati punti del corpo in corrispondenza di determinate ghiandole endocrine che producono ormoni, e il loro corretto funzionamento è strettamente legato non solo alla nostra salute, ma anche al nostro umore.
Il prana scorre attraverso il nostro corpo tramite le Nadi. In altre culture sono conosciuti anche come meridiani. Si dice che nel nostro corpo scorrano più di 72.000 nadi, ma tre sono le principali.
Le tre principali nadi hanno origine dal nostro pavimento pelvico, scorrono lungo tutta la colonna e arrivano fino alla sommità del nostro capo, a livello della “fontanella”.
Ve né una centrale chiamata shusumna che ci mette in contatto tra la terra e l’universo, e due laterali che si intersecano per sei volte tra di loro e con quella centrale. In ogni punto in cui si intersecano, ha origine un chakra. Il canale di sinistra “ida” rappresenta l’energia per così dire, femminile, introspettiva, più fredda, è legato alla luna, al nostro sistema parasampatico, quindi conferisce la parte più calma, alla nostra capacità di riposarci, di rigenerarci. Pingala è il canale di destra, legato ad un’energia più calda, solare, maschile, alla nostra capacità di agire e sentirci attivi, al nostro sistema simpatico.
Il nostro stato di salute ottimale lo otteniamo quando abbiamo un equilibrio tra l’azione del nostro sistema nervoso simpatico e il parasimpatico. Questo equilibrio si ottiene quando l’energia riesce a scorrere liberamente tra le Nadi senza incontrare “blocchi”.  Questi “blocchi”, fisici o emozionali, possono essere determinati da squilibri che si trovano a livello dei chakra. Questi squilibri possono essere dovuti a traumi, o al mal funzionamento delle ghiandole endocrine che possono creare un eccesso o un difetto nella produzione di uno o più ormoni. Molto brevemente i sette chakra principali sono:

  • Il primo chakra Muladhara, si trova alla base della colonna, a livello del plesso coccigeo, legato alle gonadi, e ai surreni, legato alle gambe ai piedi, alle parti solide e di sostegno del nostro corpo come le ossa, il suo elemento è la terra, colore rosso, mantra Lam
  • Il secondo chakra svadhistana, si trova a livello del plesso sacrale, legato agli estrogeni, testosterone, alle ghiandole riproduttive. Le parti del corpo a cui corrisponde sono l’osso sacro, addome, organi sessuali, interno cosce, ginocchia e articolazioni. Il suo elemento è l’acqua, colore arancione, mantra Vam
  • Il terzo chakra Manipura, si trova all’altezza del plesso solare, è legato all’ormone dell’insulina, parti del corpo: costole, ghiandole surrenali, organi digestivi. Il suo elemento è il fuoco, mantra Ram
  • Il quarto chackra è Anahata, Il chackra del cuore, legato al plesso cardiaco, all’ormone del timo, al sistema respiratorio, torace, polmoni, diaframma, cuore, il suo elemento è l’aria, il colore verde, il mantra Yam
  • Il quinto chakra è Vishudda, si trova all’altezza del plesso faringeo, è legato alla tiroide, l’ipofisi, Il suo elemento è l’etere, colore azzurro, mantra ham
  • Il sesto chakra Ajnia, si trova nel plesso carotideo, legato alla ghiandola pineale e pitutitaria, alla parte degli occhi, la fronte, il suo elemento è la luce, il suo colore indaco, mantra om
  • Il settimo shasrara si trova altre la nostra testa, è legato alla nostra coscienza, al pensiero, il suo colore è il viola e il mantra è om silenzioso

Con la pratica dello yoga si lavora per creare spazio, per sciogliere i blocchi fisici e mentali, per fare in modo che l’energia, il prana circolino più fluentemente per un maggior equilibrio fisico e mentale.

Related Posts

Leave a Reply